4 cibi che potenziano il cervello (e quelli che lo indeboliscono)

La dieta non influisce solo sulla condizione fisica, ma anche sul corretto funzionamento dell’intero corpo, compreso il cervello. Quest’ultimo, infatti, è l’organo del nostro corpo che consuma più energia, e necessita di un’elevata quantità di nutrienti per funzionare correttamente.

Alcuni alimenti aiutano a prevenire la demenza, lo stress, il declino cognitivo o la perdita di memoria, mentre altri, al contrario, possono favorire la comparsa di tutte queste patologie. Di seguito elenchiamo  4 alimenti che proteggono e rinforzano il cervello  .

Sgombro per fermare il declino cognitivo  . Gli acidi grassi, come gli omega 3, sono essenziali per il corretto funzionamento delle cellule e per prevenire lo stress ossidativo nel cervello. I pesci grassi, come il salmone, lo sgombro, le acciughe o le sardine, sono particolarmente ricchi di questo tipo di grasso.

Olio d’oliva per aumentare l’ossigeno nel cervello  . È una delle fonti vegetali più ricche di omega 3, ma anche di vitamina E, che aiuta a proteggerci dalla demenza e aumenta l’apporto di ossigeno al cervello.

Barbabietola per dare energia e sostituire lo zucchero  . Le cellule cerebrali utilizzano il glucosio come fonte di energia, ma non è necessario consumare molto zucchero. Le barbabietole, così come i cereali integrali, le cipolle e i kiwi, sono ricchi di carboidrati che danno energia al cervello.

Bacche per aumentare l’attenzione  . Le vitamine E, C, D e B sono importanti per la salute del cervello. Le bacche, così come i frutti rossi, sono particolarmente ricchi di questo nutriente, oltre al ferro, che stimola l’attività cognitiva, e allo zinco, che controlla gli impulsi neuronali.

Frutti che danneggiano il cervello  . I fast food, i fritti e quasi tutti gli alimenti trasformati o ultra trasformati fanno molto male al cervello. Gli zuccheri raffinati e i grassi insaturi mettono a rischio il cervello, rallentandolo e accelerando l’invecchiamento precoce e il declino cognitivo.