Come far crescere l’aglio da uno spicchio con il trucco della lattina?

Oltre ad essere considerato un vero e proprio superfood dai molteplici benefici per la salute, l’aglio è anche un ingrediente essenziale che conferisce un sapore unico a tutte le nostre ricette culinarie. Riesci a immaginare di poter godere di tutti i suoi benefici senza doverlo acquistare ogni volta che fai la spesa al supermercato? Sarebbe possibile far germogliare facilmente l’aglio a casa? Apparentemente SÌ… Spiegazione!

Per piantare l’aglio, conosciamo tutti il ​​metodo classico, bisogna avere un giardino! Ma cosa succederebbe se ti dicessimo che abbiamo una tecnica molto più semplice? Niente più preoccupazioni per il tempo, il terreno, il pacciame e le erbacce! Tutto ciò di cui hai bisogno è uno spicchio d’aglio, un bicchiere d’acqua e un po’ di sole. Sta a te !

È possibile coltivare l’aglio in casa?

coltivare l'aglio in casa
logo-internet

Coltivazione dell’aglio indoor – Fonte: spm

Puoi coltivare l’aglio perfettamente come pianta d’appartamento. È sufficiente che:

  • Il vaso dovrebbe essere dotato di un foro di drenaggio sul fondo.
  • La tua pianta viene posizionata in un luogo luminoso dove possa beneficiare dei raggi del sole.
  • Metti la tua pianta in una stanza asciutta. L’aglio teme l’eccesso di acqua e l’umidità.

Tuttavia, coltivare l’aglio in casa può presentare alcuni svantaggi. E sta nel modo di coltivarlo indoor che è qualcosa di diverso. Chiaramente è impossibile aspettarsi che i vostri baccelli si sviluppino in veri e propri bulbi dopo poche settimane nel terreno. Certo, puoi invece raccogliere le foglie dell’aglio, che possono essere tritate crude per aggiungerle alle insalate, guarnire le zuppe, aggiungere sapore alle fritture e migliorare il sapore di molte ricette.

Come far crescere l’aglio in acqua?

coltivare l'aglio in acqua
logo-internet

Coltivazione dell’aglio in acqua – Fonte: spm

Se vivi in ​​un appartamento o non hai spazio per coltivare l’aglio nel tuo giardino, il nostro metodo ingegnoso è un’ottima alternativa. Segui la guida per vedere come farlo:

  1. Seleziona gli spicchi d’aglio corretti:  questo è un passaggio necessario, cari lettori! Optare per i baccelli germogliati (quelli con un piccolo bottone verde in alto). Altrimenti bisognerà prendere un bulbo intero e tagliare la parte appuntita con un coltello.
  2. Prepara il tuo contenitore:  procurati un contenitore di vetro trasparente (per seguire la germinazione della tua pianta) che possa contenere circa 250 g di acqua.
  3. Separare i bulbi d’aglio in singoli spicchi:  posizionare ogni spicchio (con la buccia) lungo i lati del contenitore, assicurandosi che l’estremità appuntita o germogliata sia rivolta verso l’alto.
  4. Aggiungi acqua:  riempi il contenitore con acqua tiepida, abbastanza da coprire il fondo dello spicchio d’aglio. È importante non immergerli, perché possono morire!
  5. Aspetta un attimo:  posiziona il contenitore in un luogo molto soleggiato per circa una settimana. Ma non dimenticare di reintegrare l’acqua se necessario. Se la parte superiore dei baccelli inizia a cambiare colore e diventa marrone, posiziona la ciotola lontano dalla luce solare diretta per 1 o 2 giorni.
  6. Raccogliere i germogli dell’aglio:  quando le piantine raggiungono almeno 8 cm di altezza. Tagliateli con le forbici. Detto questo, prendetene solo la quantità che vi occorre, perché perdono rapidamente il loro sapore. Tenete inoltre presente che dopo il primo raccolto il vostro aglio sicuramente non produrrà più germogli.
  7. BUON DIVERTIMENTO:  Con questi semplici passaggi, ora puoi goderti il ​​tuo aglio per le tue esigenze culinarie!

Ecco un video che ti guiderà passo dopo passo:

Come far crescere l’aglio da uno spicchio con il trucco della lattina?

Le verdure vengono solitamente coltivate dai semi, ma per coltivare l’aglio devi semplicemente piantare i singoli spicchi! Consulta la nostra guida per mostrarti come:

  1. Per iniziare, taglia la metà inferiore di un contenitore da 5 litri e fai 4 fori sul fondo.
  2. Riempi il vaso con terriccio e pratica 3 fori profondi circa 10 cm.
  3. Rimuovere con attenzione 3 spicchi d’aglio dall’acqua, facendo attenzione a non danneggiare le radici.
Spicchio d'aglio con radici
logo-internet

Spicchio d’aglio con radici – Fonte: spm

  1. Successivamente, tagliare leggermente le radici, a circa 3 cm dal gambo.
  2. Inserite uno spicchio per buca (gambo rivolto verso l’alto) e copriteli con un po’ di terra.
  3. Versa l’acqua dal contenitore in cui si trovavano gli spicchi d’aglio o la testa nella nuova pentola.
Coltivare l'aglio in un contenitore da 5 litri.
logo-internet

Coltivazione dell’aglio in contenitore da 5 litri – Fonte: spm

  1. Tutto quello che dovete fare è aspettare qualche settimana, cari lettori, e il vostro  aglio in vaso  sarà pronto da mangiare!

Puoi anche usare questa tecnica per piantare l’aglio direttamente nel terreno del tuo giardino.

Semina autunno-inverno-primavera: quando e come piantare l’aglio all’aperto?

Se vuoi riuscire a piantare l’aglio è fondamentale seguire un programma metodico e ben definito! Va quindi notato che l’aglio richiede generalmente un periodo freddo (da 0 a 10°C) per produrre bulbi di qualità, ovvero da 1 a 2 mesi. Ecco perché  i giardinieri  di solito lo piantano nel tardo autunno o all’inizio dell’inverno. In altre parole, per ottenere risultati soddisfacenti è necessario procedere tra ottobre e febbraio. Tuttavia, per vostra informazione, cari lettori, alcune varietà sono adatte per la semina all’inizio della primavera.

Come coltivare l’aglio in giardino o in un orto?

Cultivando ajo en tu jardín
pinterest-logo

Coltivare l’aglio nel tuo giardino – Fonte: spm

  1. Prepara il terreno:  l’aglio ha bisogno di un luogo soleggiato e ben drenato per crescere. Evitate però di piantarlo in terreni acidi (con pH inferiore a 6,5).
  2. Pianta i tuoi baccelli  : rompi i bulbi in baccelli individuali e, mantenendo la buccia, seppelliscili 3-4 cm di profondità sotto la superficie del terreno, con le radici verso il basso e l’estremità appuntita verso l’alto! Si prega di distanziarli di 15 cm l’uno dall’altro.
  3. Innaffia le tue piante:  durante i periodi di siccità, assicurati di annaffiare bene l’aglio per favorire la crescita dei bulbi. Evitare di bagnare le foglie, poiché ciò può portare a malattie fungine. Smettere completamente di annaffiare durante le ultime settimane di crescita (fogliame giallo e bulbi ben formati).

Quanto tempo ci vuole per coltivare l’aglio?

Per coltivare l’aglio dai chiodi di garofano ci vogliono dai 6 ai 7 mesi. Se pianti gli spicchi d’aglio in pieno inverno, potrai gustarli tra giugno e agosto.

Come raccogliere l’aglio?

cosechar ajo
pinterest-logo

Raccolta dell’aglio – Fonte: spm

Se ti stai chiedendo qual è il momento migliore per raccogliere l’aglio, fai attenzione ai segnali che indicano che la tua pianta è pronta: foglie gialle o marroni e teste cadenti. Hai bisogno di sapere come raccogliere? Segui i nostri consigli:

  1. Scava con attenzione i bulbi d’aglio dal terreno con una forca da giardino.
  2. Successivamente asciugateli completamente esponendoli alla luce del sole o riponendoli in un luogo asciutto e ben ventilato. Il processo di essiccazione dura dalle 2 alle 4 settimane. Fai attenzione, se appare della muffa, usa un termoventilatore per accelerare l’asciugatura.
  3. Una volta che le foglie dell’aglio saranno ben secche e croccanti, tagliate i bulbi e conservateli in un luogo asciutto in modo che si conservino per diversi mesi.

Tieni a mente :

Se raccogli troppo presto, i baccelli non saranno ben formati, mentre se raccogli tardi, i bulbi potrebbero aprirsi e non durare a lungo!

Come avrete capito, cari lettori,  coltivare l’aglio in casa è molto semplice  e non è necessario disporre di uno spazio dedicato per coltivarlo.