Ecco come pulire i bruciatori a gas senza strofinare

Diciamo la verità, quando cuciniamo puliamo principalmente il piano cottura, ma spesso ci dimentichiamo completamente dei suoi componenti!
Sbagliando, perché oltre alle piastre è fondamentale pulire i bruciatori del fornello. Si tratta di materiali in cui la ruggine può formarsi molto facilmente. Ed è spesso molto laborioso da rimuovere!

Questi componenti vengono anche chiamati bruciatori per piano cottura o diffusori di fiamma.

Ora vediamo come pulirli correttamente!

aceto fatto in casa

Aceto – Fonte: spm

Con aceto e acqua
Puoi pulire fornelli e piastre con l’aceto bianco, che non si usa solo in cucina, ma anche in tutta la casa!

Scaldare sul fuoco 300 ml di acqua e 700 ml di aceto bianco. Quando il composto bolle, spegnete il fuoco, quindi immergete le piastre e il fornello. Lasciare in ammollo.

Una volta che l’acqua si sarà raffreddata, toglieteli dal composto e, se necessario, tamponateli per eliminare eventuali macchie rimaste. Dopo questo passaggio, asciugare.

Con bicarbonato
pulire con bicarbonato

Bicarbonato di sodio – Fonte: spm

Un altro alleato della pulizia è senza dubbio il bicarbonato di sodio! Spesso utilizzato per la pulizia di vari ambienti della casa, viene utilizzato anche per stufe e piastre.

Scaldare una pentola d’acqua e portare ad ebollizione. Aggiungete poi 4 cucchiai di bicarbonato e lasciate sciogliere.

Immergere gli oggetti e lasciarli agire per qualche ora. Questo renderà la macchia più morbida e più facile da rimuovere in seguito!