Le spugne della lavastoviglie sono piene di batteri, sono più sporche del wc: ecco come pulirle

Secondo la ricerca ci sono più batteri sulle spugne per i piatti che sul water. Pertanto è preferibile utilizzare un’alternativa più funzionale e igienica.

Le spugne per i piatti    sono un    terreno fertile per i batteri    . In realtà contengono più che bagni. Sarebbe quindi opportuno utilizzare   un’alternativa più sana e funzionale. Vediamo quali esattamente.

Spugne per lavastoviglie, vaschette per batteri.

Posate e stoviglie vengono lavate quotidianamente con    spugne da cucina    . Sfortunatamente, queste spugne sono    piene di residui di cibo    , lasciando tutti i batteri    intrappolati al loro interno    . Se tutti gli oggetti della cucina vengono lavati, l’igiene ha la massima priorità.

Anche se lavate correttamente,    le spugne per i piatti   sono contaminate da batteri che possono penetrare nei piatti, secondo uno studio pubblicato sul    Journal of Applied Microbiology.

Questo studio ha scoperto che i batteri presenti nelle spugne    non sono tossici    . Tuttavia, possono comunque causare   diversi problemi di salute    . È necessario utilizzare un’alternativa valida.

Qual è una buona alternativa alle spugne per piatti?

Le spugne da cucina, essendo sempre umide ed entrando in contatto con i resti di cibo, secondo gli esperti diventano terreno    fertile  per i batteri e, quindi, vanno cambiate frequentemente,    ogni due settimane    .

spugna per piatti

Il problema è che quasi nessuno lo fa. Meglio ancora, sostituiscili con    un pennello    .

Questo articolo è più igienico perché l’acqua e l’umidità non possono penetrare e i batteri non possono proliferare. D’altra parte, le spugne sempre bagnate possono avere un rischio elevato   di contrarre la salmonella.

Le spazzole sono ovviamente meno pericolose e    si asciugano più velocemente    e in meno tempo, riducendo il rischio di batteri. Inoltre, poiché lo spazzolino si asciuga rapidamente, uccide i batteri nocivi quasi istantaneamente.

La spazzola è    dotata anche di manico    . Pertanto non c’è rischio di contaminarlo con le mani sporche. Per questo motivo i ricercatori consigliano di abbandonare l’uso delle spugne da cucina e di iniziare ad utilizzare gli spazzoloni.

Cosa dicono gli esperti

Secondo recenti test di laboratorio,    le spugne da cucina hanno una densità batterica per centimetro cubo  sette volte superiore    a quella della popolazione mondiale.

Si tratta di una densità praticamente equivalente a quella dei batteri    nelle feci    . I batteri provenienti dai rifiuti alimentari e dalle mani umane possono causare varie infezioni.

Naturalmente non preoccupatevi: il rischio di infezione nelle persone sane è innocuo e basso.

spugna per piatti

Tuttavia, le persone con un sistema immunitario debole o compromesso    dovrebbero prestare particolare attenzione al loro ambiente domestico.

Nello specifico, secondo i dati emersi sui batteri presenti nelle spugne da cucina, i più comuni sono quelli appartenenti   alla famiglia delle Moraxellaceae.

Si tratta di microrganismi che provocano infezioni e cattivi odori nel lavandino, ma anche quando i panni non si asciugano bene.

Secondo i ricercatori, le spugne per i piatti    non sono solo un serbatoio di microrganismi, ma li diffondono anche su tutte le superfici della casa.

Il risultato è che possono contaminare sia il cibo che le mani, che sono le principali cause di tutte le infezioni di origine alimentare.