Non commettere mai questi 9 errori durante il lavaggio, perché i tuoi vestiti verranno danneggiati

Cosa c’è di più semplice che mettere i vestiti in lavatrice, poi tirarli fuori e asciugarli dopo il segnale acustico? Anche se la lavatrice ci semplifica la vita, ci sono comunque alcune regole che dobbiamo seguire se non vogliamo che i vestiti si rovinino.

1. Temperatura dell’acqua adeguata

I vestiti mantengono il loro colore e la loro elasticità più a lungo se vengono lavati alla temperatura corretta. Ogni capo di abbigliamento è dotato di una piccola etichetta che indica la temperatura di lavaggio consigliata. Si consiglia tuttavia di lavare i vestiti sporchi a una temperatura più elevata, altrimenti lo sporco non uscirà. Anche l’alta temperatura disinfetta, ma può essere utilizzata solo sul materiale giusto.

2. Vestiti troppo sporchi

Si consiglia vivamente di lavare e risciacquare a mano i capi molto sporchi una volta, altrimenti lo sporco si depositerà all’interno della lavatrice e le macchie non scompariranno completamente. Il succo di limone fa bene alle macchie di sudore, una miscela di aceto e detersivo liquido rimuove le macchie di erba e il bicarbonato di sodio è consigliato per il vino rosso.

3. Troppo detersivo o ammorbidente

Se si mette troppo detersivo o prodotto per la pulizia nella macchina, questo non verrà trasportato correttamente, l’eccesso rimarrà nel serbatoio, si depositerà e con il tempo avrà un odore sgradevole. Dovresti sempre leggere il dosaggio raccomandato sulla confezione.

4. Utilizzo di un addolcitore d’acqua

Grazie all’addolcitore, non solo il tessuto dei vestiti sarà più morbido, ma anche la stiratura risulterà molto più semplice. Tuttavia, riduce l’idrorepellenza degli indumenti speciali, quindi è ideale per lavare indumenti sportivi, asciugamani o indumenti in microfibra se non lo si utilizza.

5. Lavare la biancheria intima

È meglio lavare e risciacquare la maggior parte della biancheria intima a mano, altrimenti il ​​materiale e la qualità potrebbero danneggiarsi durante un lungo ciclo di lavaggio. Lo stesso vale per i costumi da bagno, ma è molto meglio lavare i collant in lavatrice. In questo caso, utilizzare uno speciale detersivo delicato, lavare a bassa velocità e a bassa temperatura, rivoltare i collant e metterli in un piccolo sacchetto per la biancheria.

6. Usare la candeggina

La candeggina distrugge il tessuto e indebolisce le fibre. Su elastan, lycra ed elastan non va mai utilizzata la candeggina a base di cloro, si consiglia di lavarli solo in acqua fredda, non utilizzare ammorbidente, non asciugarli nell’asciugatrice e non stirarli mai.

7. Lavare i jeans

Non lavare mai i jeans troppo spesso, poiché il materiale si deteriorerà molto rapidamente e perderà il colore. I produttori di jeans consigliano di far passare dai 2 ai 4 mesi tra un lavaggio e l’altro, soprattutto se i jeans non sono di colore chiaro.

8. Scarsa asciugatura

Un’asciugatura impropria è altrettanto dannosa per i vestiti quanto un lavaggio improprio.

Assicurati di evitare questi pochi errori:

  • non usare l’asciugatrice troppo spesso;
  • dopo l’asciugatrice la stiratura risulterà molto più difficoltosa;
  • non appendere i capi di maglia e di lana verso il basso perché si allungano, ma asciugarli orizzontalmente su un asciugamano;
  • prima di asciugarlo, agitatelo affinché non si secchi e non si raggrinzisca;

9. Mantieni pulita la lavatrice

Dopo ogni lavaggio, la macchina deve essere ventilata, i residui di detersivo devono essere rimossi dalla guarnizione in gomma, l’acqua deve essere scaricata e la macchina deve essere lavata con aceto una volta al mese, senza vestiti. Il cassetto del detersivo deve essere pulito dopo ogni lavaggio.