Quale pianta purifica l’aria e migliora la qualità del sonno?

Bagno rilassante, infuso di camomilla, aroma calmante di olio essenziale, meditazione… ci sono molti modi per addormentarsi ed evitare l’insonnia nei momenti di stress. Ma sapevate che le piante hanno anche un impatto positivo significativo sul nostro umore o sulla nostra salute generale? È risaputo che avere piante in casa è molto benefico per il nostro organismo: decontaminano, assorbono l’anidride carbonica e purificano l’aria dalle tossine. Senza contare che valorizzano gli ambienti in cui vengono installati, donando un tocco esuberante.

Tra questi ce n’è uno che ci permette di trascorrere le notti in tutta serenità. Installandolo nella tua camera da letto, beneficerai di tutti questi vantaggi. La sua particolarità? Questa pianta migliora la qualità del sonno   grazie ai suoi fiori bianchi e molto profumati. Certamente ogni pianta ha esigenze diverse e si adatta a condizioni particolari. Per fare ciò, in questo caso, è necessario controllare l’umidità, la luminosità e il flusso d’aria a cui sarebbe sottoposto.

Scopri rapidamente questa pianta sempreverde che agisce come un aiuto naturale per il sonno e migliora notevolmente il tuo sonno. E, soprattutto, segui tutti i nostri consigli per prendertene cura alla perfezione.

gardenia
logo-internet

Gardenia – Fonte: spm

Cos’è questa pianta che purifica l’ambiente e migliora il sonno?

Come molti altri tipi di piante che possiedono proprietà utili a migliorare la qualità dell’ambiente, anche questa pianta è nota per   eliminare l’umidità e purificare l’aria.

Ma il suo altro grande vantaggio è soprattutto quello di migliorare la qualità del sonno. Fermiamo la suspense: si tratta della splendida gardenia, un arbusto sempreverde originario del Sud Africa e dell’Asia. Si distingue per i suoi petali bianchi, le foglie verde brillante e gli eleganti fiori al profumo di gelsomino.

Avere una gardenia in casa non è utile solo per rendere l’aria pulita e salubre, assorbendo l’anidride carbonica, ma anche per dormire la notte. In più è così bello da vedere che mette subito di buon umore. La gardenia infatti ha questa peculiarità di rilassare l’ambiente. Il suo aroma unico allontana in breve tempo ansia e stress. Questa pianta però non è facile da coltivare, ha esigenze specifiche e varie per la sua crescita e fioritura. Pertanto, se si vuole conservarlo il più a lungo possibile, è assolutamente necessario prendersene cura e mantenerlo con pazienza e delicatezza.

irrigazione
logo-internet

Irrigazione – Fonte: spm

Come prendersi cura di questa pianta?

Come prendersi cura della propria gardenia per sfruttare al meglio tutti i suoi benefici?

Innanzitutto non va mai esposto a correnti d’aria o posizionato vicino a fonti di calore. Scegli quindi un luogo luminoso ma senza luce solare diretta. Avvertenza: non installare vicino a un radiatore per evitare la disidratazione. Necessita di terreno acido e di una temperatura che non scenda mai sotto i 10 gradi.

Coltivarla in casa quindi è possibile, ma bisogna adottare alcuni accorgimenti affinché la vostra pianta possa vivere bene e senza problemi.

Di norma, la gardenia richiede un’umidità costante. Per favorire le naturali condizioni di umidità, riporre in un contenitore di ciottoli di argilla o ghiaia come questo, che deve essere sempre inzuppato d’acqua. In primavera ed estate   annaffiarla regolarmente senza annegarla  . Se il terreno si secca, annaffialo fino a due volte a settimana. Spruzza acqua anche sulle foglie. In autunno e inverno, attendere che il terreno sia asciutto a metà prima di annaffiare. Assicuratevi infine che l’acqua utilizzata sia a temperatura ambiente e non gessosa.

Quali piante d’appartamento ti aiutano a dormire meglio?

Oltre alla gardenia, ci sono altre piante che favoriscono il sonno e che non potete mancare di avere nella vostra camera da letto:

  • Leggi la pace.
  • Edera inglese.
  • Lavanda.
  • Aloe vera.
  • Palma Areca.
  • Pianta del serpente.

Considerata una delle piante da interno più belle, la gardenia è quindi una grande alleata nella lotta contro l’insonnia e facilita l’addormentamento. Secondo uno studio tedesco, questo arbusto è ancora più efficace del Valium nell’alleviare l’ansia e ridurre lo stress.