Questo è l’unico modo per mantenere la vostra orchidea in fiore tutto l’anno: rigogliosa come non mai.

Ci sono diversi modi per rendere rigogliosa un’orchidea, ma il metodo di cui parleremo è senza dubbio il più efficace di tutti.

Le orchidee sono una presenza botanica onnipresente nelle case di tutto il mondo. La loro sobria eleganza si aggiunge facilmente a qualsiasi arredamento, aggiungendo un tocco di verde che ravviva l’atmosfera.

Anche i giardinieri meno esperti sono attratti dalle orchidee, pensando che il loro aspetto semplice sia indice di facilità di cura.

Queste piante sono spesso utilizzate come regalo per diverse occasioni e possono richiedere più cure di quanto si possa pensare.

Per aiutarle a crescere, l’uso di gusci d’uovo può essere una risorsa utile. Vediamo più da vicino come curare correttamente queste piantine.

Gusci d’uovo per curare le orchidee

Va da sé che il termine “orchidea” è un nome ampio che comprende un’ampia varietà di bellissimi fiori. Tra questi, il Paphiopedilum merita una menzione speciale.

Questa varietà è particolarmente nota per le sue meravigliose foglie e produce tipicamente uno o due fiori grandi e duraturi in una varietà di colori.

La vita di un fiore può essere prolungata o accorciata a seconda della scelta. In condizioni favorevoli possono fiorire fino a due mesi.

Un’annaffiatura adeguata è fondamentale e, sebbene queste piante non necessitino di una luce eccessiva, è fondamentale un’annaffiatura uniforme.

In inverno, riducete la manutenzione, mentre in estate, quando le temperature sono più alte, è essenziale mantenere una routine di manutenzione elevata.

I gusci d’uovo possono cambiare le carte in tavola per gli appassionati di orchidee. Le orchidee tendono ad essere esigenti nei confronti dei substrati acidi, ed è qui che i gusci d’uovo tornano utili.

Eggshells

Evitate quindi di buttare via i gusci d’uovo usati, perché sono un’eccellente fonte di calcio e possono aiutare a neutralizzare l’acidità.

È sufficiente macinare i gusci fino a ridurli in polvere e aggiungerne sette grammi a ogni litro di substrato per garantire una crescita ottimale dell’orchidea.

Come fare un fertilizzante per l’orchidea

Un metodo è quello di riciclare i gusci d’uovo come fertilizzante naturale, sbriciolandoli e cospargendoli sotto le piante.

Sciogliendosi gradualmente, il terreno si riempie di calcio, benefico per la crescita delle piante.

Per allontanare le lumache, che sono un fastidio per la pianta, i gusci d’uovo schiacciati possono essere sparsi intorno alla base dell’orchidea.

Un’altra opzione è quella di essiccare all’aria i gusci d’uovo e poi macinarli in una polvere fine.

Questa variante del fertilizzante a base di gusci d’uovo può essere spruzzata direttamente intorno alle orchidee o aggiunta al terreno al momento della semina.

La sua efficacia è particolarmente marcata per le piante in vaso.

Un altro metodo alternativo per ottenere fertilizzante dai gusci d’uovo è quello di creare una soluzione adatta per innaffiare le nostre piante.

Annaffiare le orchidee

Per farlo, versate l’acqua bollente sui gusci d’uovo e lasciate riposare il composto per circa un’ora, mescolando di tanto in tanto.

Non appena i gusci d’uovo sono